Le best practice per incrementare le conversioni degli utenti che sono disposti ad acquistare in tutto il periodo di Natale.

Abbiamo visto quali sono le best practice utili ad ottimizzare le campagne nelle prime settimane della stagione degli acquisti di Natale. Il Calendario dell’Advento entra ora nella fase più calda, quella in cui tutte le tipologie di utenti sono pronte a comprare.

Abbiamo parlato degli utenti più previdenti, quelli che iniziano gli acquisti con largo anticipo, e del profilo Millennials sempre a caccia di offerte. Vediamo ora come intercettare il cliente evergreen, colui per il quale ogni momento è quello giusto per fare un buon acquisto.

Ecco alcune best practice utili a tutti gli advertiser che stanno impostando una strategia per ottenere il massimo dalle campagne PPC nell’ultima fase degli acquisti di Natale. Partiamo dai numeri:

Le campagne Search sono state un Top Driver delle visite ai siti dei retailer durante la stagione natalizia 2017.

Questo dato non ci sorprende, ma ci fornisce un’indicazione utile: nel periodo natalizio aumentano le ricerche, aumenta il volume degli acquisti, ma aumenta anche la competizione.  Come reagire?

  • Aumentare il budget giornaliero per mantenere elevato il numero delle impression e dei click;
  • Impostare strategie di bidding flessibili in linea con i risultati e gli obiettivi stagionali. Ad esempio, le previsioni per il Natale 2018 confermano che il picco delle ricerche e degli acuisti online si registra tra le ore 14 e le 16 del weekend. Per evitare di sprecare budget, sarà utilissima la funzione “pianificazione degli annunci” che mostrerà gli ads solo nelle date e nelle fasce orarie in cui prevedi il picco di traffico.
  • Aggiornare le liste di keyword positive e negative. In questa fase l’obiettivo è intercettare utenti propensi all’acquisto. Il consiglio è di privilegiare le corrispondenze più restrittive (la corrispondenza esatta e la corrispondenza esatta, variante simile).
  • Utilizzare le estensioni di annuncio: soprattutto le estensioni di promozione legate al Natale, le estensioni di località, estensioni sitelink e estensioni di valutazione e recensione.
  • Personalizzare le keyword core inserendo termini legati alla stagione (“regali natale”, “regali online” “idea regalo per…”, etc.). Un’indicazione utile ci viene dai “Google Data, U.S.” (confronto YoY 2018 – 2017). Stando agli insight del motore di ricerca, negli ultimi due anni sono aumentate di molto le ricerche per “regalo unico” (+110%), “regalo pensato” (+150%). Questo significa che gli utenti dedicano più tempo alla ricerca che precede l’acquisto, con l’obiettivo di trovare il regalo “giusto” per il destinatario.
  • Personalizzare i testi degli annunci con copy originali e in linea con la stagionalità.

Oltre a quest tips, buone pratiche da non dimenticare mai sono:

Ottimizzazione per il mobile

L’ottimizzazione delle campagne per mobile è più che mai prioritaria. Per essere sicuri di poter ottenere il massimo dei risultati occorre verificare che:

  • I copy degli annunci siano ottimizzati per il mobile.
  • Le landing page siano ottimizzate per il mobile.
  • Gli aggiustamenti automatici di bid siano impostati in base al dispositivo, così da ottenere le migliori posizioni da mobile.
  • La velocità di caricamento delle pagine sia adeguata.

Monitoraggio delle Landing Page

L’atterraggio su una Landing che si carica troppo lentamente o temporaneamente in errore rappresenta, con buona probabilità, budget della campagna speso invano. Un controllo sistematico è sempre opportuno, più che mai in periodi “caldi” come il Natale. La funzione Landing Checker di un tool come  Adplify automatizza il controllo e invia notifiche in tempo reale in caso di anomali e malfunzionamenti.

L’importanza del canale Shopping

Il 46% degli utenti vogliono toccare con mano il prodotto prima di acquistarlo. Questo dato è utile a tutti, anche a chi non ha uno store fisico. Una campagna Shopping ben impostata fornisce informazioni, immagini e dettagli così specifici ed efficaci da consentire all’utente una percezione davvero completa del prodotto. Per ottenere il massimo dei risultati dalle campagne PPC, dunque, non trascuriamo il canale Google Shopping.

Settimana 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amplifica la Performance,
Semplifica la Gestione

Scopri i prossimi rilasci della piattaforma che renderanno ancora più semplice la gestione di campagne Google Ads ad alto rendimento. Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato.