Perchè dovresti investire su Google Ads se ci sono tante altre tecniche di marketing totalmente gratuite? In questo articolo vi forniamo almeno tre validi motivi per farlo subito.

A differenza di altre tecniche di marketing digitali, la pubblicità non è gratuita. Puoi pubblicare post sui social media, creare un marchio ed entrare in contatto con influencer senza spendere un centesimo. Puoi scrivere nuovi contenuti e indirizzare il traffico di ricerca organico senza mai estrarre la carta di credito. Puoi creare nuovi video di YouTube e ottenere gratuitamente milioni di views. Invece la pubblicità resta un territorio in cui i soldi possono essere spesi nel giro di pochi giorni o settimane.  Eppure, sebbene sia carico di rischi sia in termini di tempo che di denaro, vale la pena investire su Google Ads.

Ecco i tre principali motivi per cui dovresti fare pubblicità su Google.

#1 – Google è la rete di ricerca più popolare ed ha un ROI medio elevato

Google domina praticamente ogni aspetto del mondo online. Anche offline nella vita quotidiana, è quasi impossibile passare un solo giorno senza dire (o sentire qualcuno dire) “cerchiamolo su Google.” Nessun altro motore di ricerca può competere in termini di utenti e popolarità.

Secondo Net MarketShare, Google domina il mercato dei motori di ricerca con oltre il 72% degli utenti in tutto il mondo: è di gran lunga il motore di ricerca più utilizzato sul mercato, che domina concorrenti come Bing e Yahoo.

E quando si tratta di pubblicità, a meno che tu non sia una grande azienda che vende prodotti che piacciono a chiunque, hai bisogno di una piattaforma che raggiunga anche il pubblico più segmentato e specifico. Nulla è paragonabile a Google quando si tratta di fare proprio questo.

Google non è solo eccezionale per raggiungere il tuo pubblico di destinazione e ampi spettri di dati demografici, ma è anche eccezionale nel produrre un elevato ritorno sull’investimento.

Secondo gli studi di Google, gli inserzionisti sulla piattaforma genereranno in media 2 dollari per ogni dollaro speso. In pratica raddoppiano gli investimenti, non male no?

#2 – Google Ads ha diverse opzioni di annunci per adattarsi a qualsiasi modello di business

In Google Ads qualsiasi attività di qualsiasi settore può avere successo, perché offre moltissime funzionalità che si adattano ai diversi obiettivi di business.

Vuoi semplicemente limitarti ad ottenere annunci di testo sui risultati di ricerca di Google? Nessun problema. Puoi pubblicare annunci sulla rete di ricerca in pochi secondi. Vuoi mostrare la tua attività commerciale locale su Google Maps? Puoi farlo facilmente anche tu. Sei bravo a creare video che mettono in mostra la tua attività? Fai pubblicità su YouTube con Google TrueView. Praticamente le opzioni sono quasi infinite. Puoi eseguire campagne utilizzando:

  • Gmail
  • YouTube
  • Risultati di ricerca di Google
  • Mappe
  • Siti Web dei partner
  • Download di app mobili
  • Solo telefonata
  • … e altro ancora.

Con il remarketing puoi intercettare persone che non hanno acquistato da te per la prima volta. Ad esempio, se fanno clic sui tuoi annunci ma non acquistano o compilano un modulo, puoi facilmente avviare una nuova campagna destinata a quegli utenti specifici.

Di cos’altro hai bisogno per convincerti?

#3 – Google Ads produce vendite veloci con meno lavoro

I social media richiedono di iniziare con niente. Nessun follower, condivisioni, Mi piace o Retweet. Far crescere i tuoi social media significa costruire da zero un coinvolgimento attivo e coerente del fan. A meno che tu non abbia già un sito seguìto e molto popolare, l’attività social richiede un impegno costante di mesi, se non addirittura anni, per ottenere qualche risultato.

Allo stesso modo, la SEO è una tattica di marketing che richiede mesi per concretizzarsi: devi trovare parole chiave, creare contenuti, ottimizzare l’intero sito e tutto ciò che farai da quel momento in avanti. E anche quando avrai fatto tutto questo, devi essere consapevole che stai competendo con migliaia di altre aziende per la stessa parola chiave. Il tuo contenuto deve essere di prim’ordine, avere tonnellate di condivisioni e backlink ed essere costantemente aggiornato. E solo una volta che lo hai fatto, puoi iniziare ad aspettarti risultati evidenti tra forse sei mesi o un anno.

In pratica: la maggior parte delle tattiche di marketing digitale non producono successo dall’oggi al domani.  Ma c’è un’eccezione enorme: il marketing pay-per-click con Google Ads.

In pochi minuti puoi lanciare una campagna di annunci Google e generare vendite reali. Con Google Ads, le vendite possono arrivare all’istante quando inizia una campagna. Come? Tutto ciò di cui hai bisogno è un annuncio e una landing page di alta qualità per incentivare le vendite.

È sicuramente un lavoro molto meno impegnativo che produrre contenuti e pianificare la tua strategia SEO. Non mi credi? Eccoti allora un motivo in più per iniziare a utilizzare Google Ads, ora!

Motivo bonus: diamo un’occhiata ad alcuni dati

Secondo l’esperto SEO Brian Dean di Backlinko, i post di content marketing che guidano il traffico organico devono essere di almeno 1.890 parole per posizionarsi al primo posto. E secondo i risultati di Orbit Media, per scrivere un post blog di circa 1.000 parole ci vogliono più di tre ore. E comunque non basta: solo perché scrivi contenuti non vuol dire che ti classificherai per primo.

Tutti scrivono contenuti. Milioni di post vengono pubblicati ogni giorno. Sono anche necessarie condivisioni social, backlink e autorità di dominio. Tutto ciò è molto difficile da ottenere e richiede moltissimo tempo.

Intendiamoci: la SEO e Google Ads sono due strategie straordinarie ed entrambe valide, ma quest’ultima può generare vendite molto più velocemente, tutto qui.

Prova Adplify

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amplifica la Performance,
Semplifica la Gestione

Scopri i prossimi rilasci della piattaforma che renderanno ancora più semplice la gestione di campagne Google Ads ad alto rendimento. Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato.