PPC e best practices, come impostare una campagna efficace: 4 tips

Il settore dell’online advertising è particolarmente ricco di possibilità di azione, ognuna delle quali orientata ad un tipo di risultato. Alla base del lavoro di qualsiasi advertiser risiede la consapevolezza che prima di strutturare e mettere in campo una strategia di online advertising, occorre avere una panoramica chiara e dettagliata del settore e del mercato di riferimento, così come dei player che in questo spazio si muovono, dettandone le regole.

Una volta definito il mercato di riferimento, si può delineare il tipo di campagna da implementare per iniziare la pubblicità con AdWords. La scelta della campagna deve basarsi sugli obiettivi pubblicitari che intendi raggiungere. Ad esempio, se vuoi pubblicare annunci di testo sponsorizzati sul motore di ricerca Google e attirare più visitatori verso il tuo sito, devi scegliere una campagna PPC sulla rete di ricerca. Il Pay per Click infatti, rappresenta una porzione particolarmente consistente del Search Engine Marketing, estremamente efficace in termini di incremento dei volumi di traffico al sito e della brand awareness. Supponiamo per esempio, che tu gestisca una scuola di danza, una campagna Solo rete di ricerca consente di mostrare gli annunci ai tuoi potenziali clienti nel momento esatto in cui cercano “lezioni di danza”.
Il successo con AdWords dipende molto dagli obiettivi pubblicitari, ma è comunque importante seguire una serie di best practices prima di cominciare.

Sei curioso di scoprire come impostare una campagna PPC? Ecco i nostri 4 tips&tricks.

1. Analisi dei trend e definizione degli obiettivi
Il passo da compiere, prima ancora del set up di una campagna Pay per Click, consiste in un’analisi delle stime di mercato in termini di costi, traffico e volumi di ricerca per keyword, attraverso lo strumento Keyword planner di AdWords. Questa operazione consente di avere un’overview di base su cui impostare la tua strategia pubblicitaria.
Il passo successivo è la definizione degli obiettivi della campagna, sulla base dei quali impostare una strategia di offerta adeguata. Per fare un esempio: sei il proprietario di un ristorante e vuoi generare lead attraverso gli annunci click to call. Se hai un blog tematico puoi decidere di cercare di spingere i click al tuo sito, oppure, se hai sviluppato una mobile APP, puoi decidere di aumentare i download con gli annunci per dispositivi mobili.
Una volta fissato l’obiettivo è necessario definire il target che desideri raggiungere e fare una scrematura delle audience online, sulla base di criteri di geolocalizzazione, lingua ed interessi.

2. Set up delle campagne
Prima di procedere con il set up delle campagne è importante capire la struttura di AdWords. Questo ti aiuta a organizzare gli annunci, le parole chiave e i gruppi di annunci in campagne efficaci indirizzate al segmento di pubblico target. AdWords è strutturato su tre livelli:

  • Account;
  • Campagne;
  • Gruppi di annunci.

Per una campagna efficace devi suddividere i servizi/prodotti offerti in diversi gruppi di annunci, aggiungendo all’interno di ogni Adgroup un minimo di 3 o 4 annunci, così da poterli confrontare per individuare quelli che performano meglio. Stabilisci un budget e scegli le impostazioni per determinare la posizione in cui vuoi pubblicare i tuoi annunci.
Le campagne Rete di ricerca prevedono la creazione di annunci di testo con titoli e contenuti che attirano l’attenzione degli utenti. Gli annunci devono veicolare messaggi che siano d’appeal per l’utente come per esempio uno sconto, una promozione o una novità:

Tieni sempre presente che un annuncio di qualità:

  • Veicola un valore per l’utente;
  • Non presenta errori grammaticali;
  • Il testo dell’annuncio corrisponde alle keyword contenute nel gruppo di annunci;
  • É diverso dagli altri annunci della campagna;
  • Ha un URL di destinazione pertinente alla ricerca dell’utente.

L’utente che clicca sull’annuncio e atterra sulla landing page, deve trovare esattamente ciò che stava cercando. Supponiamo che tu sia il proprietario di un negozio di elettronica, un utente che cerca su Google “cellulare smartphone” vede il tuo annuncio, lo clicca e viene indirizzato alla pagina dei PC portatili: la probabilità che questo utente abbandoni il tuo sito è molto alta.

3. Scelta delle keyword
Le keyword con cui scegli di competere all’asta, determinano in parte il successo dell’intera campagna, per questo motivo è importante selezionare quelle che sono pertinenti con il servizio che stai pubblicizzando. Se non riesci ad individuare keyword di qualità, potresti utilizzare il Keyword Planner di Adwords, sia per la ricerca di keyword nuove, che per scoprire il loro volume di ricerca e il costo per click medio.


Per profilare ulteriormente il traffico di ricerca è consigliato raggruppare le keyword in ogni gruppo di annunci in base alla corrispondenza:

  • Keyword a corrispondenza esatta: attivano l’annuncio solo nel momento in cui la query di ricerca corrisponde perfettamente alla keyword stessa.
  • Keyword con corrispondenza a frase: gli annunci vengono attivati da ricerche che corrispondono ad una frase o alle sue varianti simili, precedute o seguite da una o più parole.
  • Keyword a corrispondenza generica: attivano gli annunci quando la query di ricerca include declinazioni differenti della parola chiave (ad esempio: plurale/singolare; maschile/femminile/sinonimi/errori ortografici).

In questa fase è importante identificare anche le keyword a corrispondenza inversa, ovvero quelle parole chiave per cui non vuoi che vengano pubblicati i tuoi annunci.

4. Ottimizzazione della campagna
Una volta impostata la campagna, AdWords richiede un po’ di tempo per raccogliere dati significativi sui quali programmare le ottimizzazioni e capire come intervenire su vari livelli. Puoi decidere di effettuare ottimizzazioni in termini di budget, strategia di offerta, targeting e keyword. Il consiglio finale ma non meno importante è: monitora sempre i termini di ricerca per conoscere il comportamento del tuo pubblico target.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amplifica la Performance,
Semplifica la Gestione

Scopri i prossimi rilasci della piattaforma che renderanno ancora più semplice la gestione di campagne Google Ads ad alto rendimento. Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato.