AdWords: quattro funzionalità della nuova interfaccia

Ci siamo: dopo mesi nei quali le due versioni di AdWords sono coesistite, lasciando l’utente libero di decidere, dal 12 luglio* la nuova interfaccia sostituirà completamente quella precedente.

Una nuova esperienza, più semplice e più efficace a detta di Google, ma sarà davvero così?
Il restyling grafico rende la nuova versione sicuramente gradevole, la panoramica adesso è ricca di grafici ed altre informazioni riepilogative delle campagne che rendono la gestione dell’account più immediata: andamento delle metriche, segnalazione delle principali variazioni, query di ricerca, annunci più cliccati, sono alcune delle informazioni riportate nella nuova pagina di atterraggio.

La nuova piattaforma, alla luce di queste novità, può risultare per i neofiti più intuitiva, ma resta ancora molta diffidenza tra gli utenti abituali di AdWords che si trovano persi alla ricerca di dati e funzionalità utilizzate migliaia di volte, ora proposti in maniera diversa.

Oltre alla riorganizzazione delle funzionalità già esistenti, la nuova versione delle novità molto interessanti. Alcune sono sotto gli occhi di tutti, altre sono un po’ più nascoste. Andiamo a scoprile insieme.

1 – NUOVE OPZIONI DI TARGETING DEMOGRAFICO

Il targeting demografico è un potente strumento per la profilazione degli utenti che si è evoluto in questa nuova versione.
Nella vecchia interfaccia di AdWords gli inserzionisti dovevano limitarsi a segmentare gli utenti basandosi solo su Sesso ed Età.

Questa nuova versione raddoppia le opzioni di targeting demografico: adesso è possibile filtrare il pubblico anche sulla base del Reddito familiare e dello Status parentale (funzione presente in passato solo per le campagne Display).

Quali potrebbero essere i settori a godere maggiormente di queste nuove opzioni?

L’esempio più semplice è sicuramente quello dei prodotti per l’infanzia, si potranno creare campagne molto più focalizzate che consentiranno ad esempio di sfruttare al meglio periodi “caldi” come il Back To School, Natale, Pasqua ecc..

Ma la profilazione parentale potrebbe essere utile anche per la promozione di servizi: Family Hotel, Family Restaurant, Parchi Divertimenti, Scuole, servizi di Baby Sitting, etc., sono svariate le categorie interessate da questa nuova opzione.

Anche il targeting del reddito segna una grande novità, sarà possibile indirizzare gli annunci ad un pubblico con una sensibilità ai prezzi diversa. Se il prodotto o servizio ha un prezzo competitivo, sarà possibile promuoverlo con annunci rivolti ad un pubblico a reddito medio basso. Al contrario sarà possibile targettizzare un pubblico alto spendente per promuovere prodotti di lusso o di fascia alta.

targeting demografico

2 – ESTENSIONI DI PROMOZIONE

Tra le novità presenti nella nuova esperienza AdWords troviamo la possibilità di aggiungere agli annunci le estensioni di promozione, una sorta di etichetta visualizzabile accanto al testo promozionale in grado di attirare l’attenzione di potenziali clienti.

Le estensioni di promozione sono disponibili per una lunga serie di occasioni e comprendono festività universali (Capodanno, Festa della donna, etc.), religiose (Natale, Pasqua, Hannukkah, etc.) o periodi strategici per i venditori (Black Friday, Back to school, Cyber Monday…). Utilizzandole sarà possibile evidenziare dei prodotti o una promozione speciale legata ad una specifica ricorrenza.

Negli annunci che utilizzano le estensioni di promozione è stato riscontrato un importante incremento del CTR (in alcuni casi anche superiore al 10% rispetto alla media).

Questa nuova estensione di Google è presente all’interno della scheda “Annunci ed estensioni”.

estensioni promozione

3 – NUOVI REPORT

Un’altra novità introdotta da questa nuova versione riguarda i grafici di performance inseriti con l’obiettivo di rendere più semplice il monitoraggio delle campagne e semplificarne l’analisi.

Nella panoramica sono presenti:

  • Grafico a barre che riepiloga il comportamento sui diversi dispositivi (mobile, tablet, desktop) con metriche personalizzabili.
  • Mappe di calore che mostrano il rendimento degli annunci nei diversi giorni e ore della settimana. Anche in questo caso è possibile selezionare la metrica di riferimento.
  • Word Cloud mostra le query di ricerca che hanno attivato gli annunci dando all’utente la possibilità di aggiungere o escludere le keyword direttamente dal cloud.
  • Anteprima dell’annuncio più cliccato senza dover ricorrere allo strumento di Anteprima e diagnosi degli annunci.

report

4 – AGGIUSTAMENTO OFFERTE AVANZATO

Gestire le offerte per ogni singolo segmento può essere complesso, per questo la nuova interfaccia di AdWords mira a rendere questa gestione più facile.
Con la nuova voce di menu “Aggiustamento offerta avanzato” la gestione degli aggiustamenti delle offerte dovrebbe diventare più semplice e intuitiva.

Sarà possibile, ad esempio, modificare le offerte per mostrare più spesso determinate azioni sui risultati di ricerca (ad esempio, visualizzare maggiormente un annuncio con estensione di chiamata per le ricerche mobile). Un piccolo cambiamento che permetterà quindi di aumentare ulteriormente il controllo sulle campagne.

aggiustamento offerta avanzato

“Il nuovo AdWords fornisce un’esperienza più veloce e intuitiva pensata per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi”, queste le parole di Jerry Dischler Vice President, Product Management. Secondo voi ci sono riusciti?

(* update: nonostante la comunicazione ufficiale ad oggi sono ancora presenti entrambe le versioni)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amplifica la Performance,
Semplifica la Gestione

Scopri i prossimi rilasci della piattaforma che renderanno ancora più semplice la gestione di campagne AdWords ad alto rendimento. Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato.