Microsoft ha reso molto semplice l’importazione delle campagne da Google Ads, per questo in molti mantengono anche le stesse ottimizzazioni. In realtà gli inserzionisti dovrebbero conoscere le differenze tra le due piattaforme pubblicitarie, al fine di ottimizzare al meglio le loro campagne.  

Gli annunci di ricerca di Microsoft Advertising potrebbero apparire molto simili a quelli di Google Ads, ma è importante sapere che ci sono delle differenze. Vediamo allora quali sono le tre principali differenze tra Google Ads e Microsoft Advertising che devi sapere per iniziare ad usarli. In questo modo, la prossima volta che entri e ottimizzi le aree menzionate nei canali, ti sentirai sicuro di prendere le giuste decisioni!

#1 – Pianificazione degli annunci

Con la pianificazione degli annunci gli inserzionisti possono scegliere l’ora del giorno e il giorno della settimana in cui desiderano che vengano pubblicati i loro annunci e pianificare i tempi per apportare determinati aggiustamenti delle offerte. Ciò che bisogna evitare è di apportare le stesse regolazioni della pianificazione degli annunci in Google Ads e Microsoft Ads per impostazione predefinita. È importante ricordare che si tratta di canali diversi, quindi devi sapere come funziona la pianificazione degli annunci per ciascun canale.

In Google Ads, quando vai a modificare la pianificazione degli annunci, Google ti ricorda in quale fuso orario si trova il tuo account. Questo perché la pianificazione degli annunci in Google si basa sul fuso orario che hai scelto quando hai creato il tuo Google Account. Ciò significa che se vuoi che un annuncio venga visualizzato in vari paesi alla stessa ora, dovrai creare campagne separate e impostare tutti i fusi orari sulle stesse ore.

Con Microsoft Ads, la pianificazione degli annunci funziona in modo diverso, perché si basa sulla localizzazione della persona che visualizza l’annuncio. Pertanto, lo stesso inserzionista potrebbe comunque scegliere come target vari paesi e mantenere gli stessi orari, senza necessità di creare più campagne per farlo.

#2 – Le opzioni di targeting sulle reti di ricerca partner

Sia Google Ads che Microsoft Advertising hanno reti di partner di ricerca. Questi sono altri siti che consentono agli inserzionisti di espandere la copertura dei propri annunci della rete di ricerca oltre i principali domini Google.com e Bing.com. In questa sezione, ci sono alcune differenze tra i canali. Le reti dei partner di ricerca differiscono tra Google e Microsoft e anche il modo in cui possiamo indirizzare ciascuna rete è diverso. Inoltre, i partner di ricerca di Google sono impostati a livello di campagna. In Microsoft, possiamo adattare la nostra distribuzione della rete pubblicitaria a livello di gruppo di annunci.

La rete di partner di ricerca di Google include centinaia di siti web (ask.com, ad esempio), così come altri siti Google, come YouTube. Per impostazione predefinita, Google includerà automaticamente le tue campagne nelle impostazioni dei partner di ricerca e il targeting dei partner di ricerca è una funzione “all in” o “all out“: non puoi scegliere come target solo i partner di ricerca.

Quando modifichi le impostazioni di distribuzione degli annunci in Microsoft Advertising, potrai vedere che oltre a Bing, i tuoi annunci potrebbero essere pubblicati sulle reti AOL e Yahoo. Ora, a differenza di Google, non esiste un’opzione per indirizzare i tuoi annunci alla rete di ricerca solo su Bing.com, il che è un peccato. Anche se desideri scegliere come target solo i siti della rete di ricerca, devi comunque scegliere l’opzione di Bing, AOL e Yahoo raggruppate insieme. Ora, per qualsiasi motivo, se vedi che una delle opzioni del partner offre prestazioni significativamente migliori rispetto alle altre, hai la possibilità di utilizzare un metodo di targeting “solo per un target” per i tuoi gruppi di annunci. Questa è una grande differenza nel modo in cui puoi ottimizzare le tue campagne per cercare di massimizzare il rendimento il più possibile su questi canali.

#3 – Segmenti di pubblico in-market per la rete di ricerca

Se desideri fare offerte diverse per gruppi di utenti che hanno maggiori probabilità di essere attivamente alla ricerca o pronti ad acquistare in una specifica categoria di prodotti o servizi, Google Ads e Microsoft Ads consentono entrambi agli inserzionisti di aggiungere questi segmenti di pubblico in-market alle campagne. In entrambi i canali, possiamo anche aumentare le nostre offerte per questi segmenti di pubblico fino al 900% o ridurre le offerte per questi segmenti di pubblico fino al 90%.

La differenza principale per questo pubblico tra i due canali sono le opzioni che dobbiamo aggiungere alle nostre campagne all’interno di ciascun canale. Ad esempio, Microsoft ha una categoria “Social” con opzioni di sottocategoria, come “Romance & Relationships” o “Takeout & Delivery”. Google non ha queste opzioni. E ci sono molte altre categorie o sottocategorie che ogni canale ha che l’altro no. Prenditi del tempo per vedere se ti sei perso l’aggiunta di ulteriori livelli di pubblico in-market alle tue campagne perché pensavi che fossero gli stessi tra i canali.

Ricorda: Google Ads e Microsoft Advertising sono canali separati

La possibilità di esportare facilmente le informazioni dell’account Google Ads in Microsoft Advertising è un enorme risparmio di tempo. Ciò però non significa che Microsoft Advertising sia un canale di copia e incolla. Potresti non ottenere tanto traffico in Microsoft come fai con Google o potresti non spendere tanto con Microsoft come fai con Google, ma devi ottenere l’ottimizzazione per ciascuna piattaforma per ottenere i vantaggi di una strategia multipiattaforma .

Prova Adplify

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amplifica la Performance,
Semplifica la Gestione

Scopri i prossimi rilasci della piattaforma che renderanno ancora più semplice la gestione di campagne Google Ads ad alto rendimento. Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato.