Il Coronavirus sta modificando radicalmente le nostre abitudini. Non solo i comportamenti della vita quotidiana, ma anche le ricerche su Google stanno subendo grandi modifiche. Vediamo quali sono le keyword che hanno subìto un’impennata con la diffusione dei contagi nel mondo.

È ormai poco più di un mese che il Coronavirus è entrato prepotentemente nelle nostre vite, modificando abitudini, comportamenti e pratiche quotidiane. L’effetto globale di questo contagio è evidente anche nelle ricerche Google, che in queste settimane stanno subendo delle flessioni inaspettate. Parole come Coronavirus, amuchina e mascherine, che fino a poco tempo fa avevano volumi di ricerca irrisori, oggi risultano tra le parole più cercate del web. Ciò è comprensibile: le persone vogliono essere informate, capire cosa sta accadendo e conoscere nel dettaglio tutte le sfumature di questo contagio: e quale strumento migliore di Google per ottenere queste informazioni?

Con l’aiuto di Google Trends abbiamo stilato un elenco delle 10 keyword più ricercate e legate al virus Covid-19, per analizzarne l’impennata che hanno subito nelle ultime settimane.

#1 – Coronavirus

Questo è un termine che fino a poco fa nessuno conosceva, al di fuori di epidemiologi e ricercatori. Le autorità confermano l’epidemia a fine gennaio 2020, periodo in cui in effetti le ricerche iniziano a crescere in modo esponenziale, fino ad arrivare ai giorni nostri, quando il Coronavirus è entrato nelle nostre case, e nei nostri motori di ricerca.

#2 – Amuchina

Fino a poco fa un semplice disinfettante per la casa e per le mani, oggi è un prodotto introvabile nei negozi e sul web. E le ricerche relative a questo termine, fino a poco fa molto simili a quelle di qualunque altro prodotto del suo genere, sono schizzate in Italia, dopo la conferma del primo caso di contagio nel nord. Da allora continuano incessanti le ricerche di ricette di disinfettanti fatti in casa, nonché del prodotto originale.

#3 – Mascherine FFP3

Altro caso emblematico è quello delle ricerche relative alle mascherine con facciale filtrante di livello 3. Fino alla seconda metà di febbraio, i volumi di ricerca di questo prodotto erano pressoché

nulli, ma dalla notizia del primo contagio in Italia, moltissimi utenti hanno ricercato questa parola chiave, sia per acquistare il prodotto online che per informarsi sul suo livello di protezione. Strano come dopo un’impennata durata qualche giorno, i volumi di ricerca siano tornati ai livelli precedenti al contagio.

(H2) #4 – Smartworking

La pratica di lavorare da casa si è imposta drasticamente nel nostro paese con l’avvento del Coronavirus. L’incremento dei volumi di ricerca del termine “smart working” è maggiormente evidente nelle regioni del nord (Lombardia e Piemonte in primis), ma siamo certi che si diffonderà presto e in ugual misura in tutta Italia.

(H2) #5 – Pandemia

A fine febbraio esplode in tutto il mondo il contagio da Coronavirus e gli utenti cominciano a sentire dai media termini come “epidemia” e “pandemia”. Usano Google più che altro per comprenderne le differenze e informarsi sulle caratteristiche che deve avere un contagio globale per definirsi in questo modo.

(H2) #6 – Droplet

Un termine anch’esso sconosciuto ai più fino a qualche giorno fa, per droplet si intende la distanza minima anti-contagio, da mantenere tra le persone per evitare di essere contagiati. Si tratta di una delle misure indicate dal Governo italiano e rientra tra i vari comportamenti necessari per contenere l’epidemia. Questa keyword aveva dei volumi di ricerca pressochè irrilevanti fino alla fine di febbraio, quando il Coronavirus è arrivato in Italia: non a caso le regioni con le maggiori ricerche sono Veneto e Friuli-Venezia Giulia.

(H2) #7 – Rimborso

Il Coronavirus sta modificando drasticamente le abitudini degli italiani, i loro appuntamenti quotidiani e i viaggi organizzati da tempo. È normale quindi che un termine già normalmente molto cercato, subisca un’impennata in concomitanza con la diffusione del contagio: gli utenti cercano informazioni sui rimborsi dei treni, degli aerei e delle partite di calcio, che si giocheranno a porte chiuse.

H2) #8 – Scuole

Un termine di ricerca molto generico, i cui volumi di ricerca sono schizzati quando hanno cominciato ad uscire le prime ordinanze che confermavano la chiusura delle scuole nella zona rossa. Le regioni che hanno effettuato maggiormente questa ricerca sono Marche, Emilia-Romagna e Piemonte, ma siamo certi che a breve sarà una parola molto cercata in tutta Italia.

(H2) #9 – OMS

Il 30 gennaio il direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus dichiara l’emergenza globale e da allora aumentano vertiginosamente le ricerche di questo termine, fino a poco prima usato solo da politici ed esperti di settore.

H2) #10 – Mappa

Mappa è un termine generico già abbastanza cercato, ma dopo l’arrivo del Coronavirus assume un significato ben preciso nelle ricerche: gli utenti vogliono conoscere la mappa del contagio, per sapere dove si è diffuso il virus e quanto dista da casa propria. Infatti, le regioni con le maggiori ricerche sono Valle d’Aosta e Lombardia.

Prova Adplify

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amplifica la Performance,
Semplifica la Gestione

Scopri i prossimi rilasci della piattaforma che renderanno ancora più semplice la gestione di campagne Google Ads ad alto rendimento. Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato.