Come fare campagne AdWords video: 4 suggerimenti per raggiungere il target

La regola numero uno nel mondo dell’online advertising, in cui le novità sono all’ordine del giorno, è proprio la capacità di stare al passo con i tempi. In questo periodo i contenuti più apprezzati dal pubblico sono quelli video, motivo per il quale il video advertising sta diventando la nuova frontiera del marketing online.

In questo post ti facciamo scoprire come fare campagne video con AdWords per raggiungere proprio il tuo target di riferimento: ecco 4 tips.

Il video advertising

Raggiungere nuovi potenziali clienti, coinvolgere gli utenti, promuovere il brand: il video marketing ha dimostrato ampiamente la sua efficacia. È ormai indispensabile considerare questo strumento nella più ampia strategia di digital marketing.

Il video advertising è effettivamente un modo interattivo e interessante per coinvolgere gli utenti su YouTube e sul Web, e conseguentemente accelerare la crescita del canale. In questo articolo vogliamo parlare della strategia da usare per accrescere il tuo canale e la visibilità, tramite il video advertising di AdWords. Dalle impostazioni, con la configurazione della campagna, fino alle ottimizzazioni, vediamo quali sono gli step da seguire per fare campagne video AdWords di successo.

I nostri 4 tips per gestire le tue campagne video su AdWords

  1. Segmenta la ricerca di YouTube da video In-View. Esistono tre reti diverse che possono essere scelte come target per le campagne video. È consigliabile segmentare i video di YouTube da Ricerca di YouTube. Ogni tipo di pubblicità produce risultati diversi a seconda del comportamento degli spettatori. Per i video di YouTube, l’annuncio può essere mostrato prima che sia riprodotto un altro contenuto. Ricerca di YouTube consente di visualizzare l’annuncio video all’interno dei risultati di ricerca video. Segmentando i due, è possibile testare un targeting diverso per ogni tipo di visualizzatore.
  2. Crea elenchi per il remarketing di YouTube. Una volta collegato un account AdWords e un canale YouTube, hai la possibilità di creare elenchi per il remarketing dai tuoi utenti. Anche se l’utilizzo di un elenco per il remarketing del sito web è un’ottima introduzione alle campagne video su YouTube, l’opzione di remarketing tradizionale per i tuoi spettatori è un vantaggio aggiuntivo. A seconda della popolarità del canale o del video di YouTube, c’è la possibilità di creare elenchi per il remarketing al fine di catturare l’attenzione di persone che visualizzano video su un canale oppure un elenco specifico che mira ad azioni più precise, come ad esempio il commento su un video.
  3. Crea vari gruppi di targeting. Creando piccoli gruppi di targeting, aggiungendo parole chiave, posizionamenti, interessi o segmenti di pubblico, sarai in grado di ottimizzare al meglio il rendimento. La sovrapposizione di parole chiave e interessi è un modo efficace per ridurre le dimensioni del pubblico previsto. Identificare rapidamente quale posizionamento, parola chiave o segmento di interesse sta facendo spendere senza raggiungere gli obiettivi, renderà le ottimizzazioni molto più facili in seguito.
  4. Crea annunci d’impatto. Non esiste una formula precisa per realizzare un annuncio video perfetto, ma ci sono delle piccole accortezze da tenere in considerazione per ottenere il massimo impatto. La prima è raccontare la propria storia. Gli annunci TrueView permettono di raccontarsi, di fare storytelling, riuscendo a lasciare il segno nei primi 5 secondi. È importante catturare l’attenzione degli spettatori fin da subito per far sì che continuino a guardare. Crea vari annunci e fai dei test su segmenti di pubblico e dispositivi diversi. Includi nei tuoi annunci video elementi interattivi per migliorare la notorietà del brand e il coinvolgimento degli utenti. Aggiungi ai i tuoi annunci una call to action negli ultimi 5-10 secondi, in cui inviti gli utenti a compiere un’azione specifica, come iscriversi al tuo canale o visitare il tuo sito web. Last but not least, scegli un titolo accattivante. Gli utenti possono essere colpiti dalle parole dell’annuncio, pertanto sfrutta questa opportunità per stimolare la loro curiosità.

E i vantaggi?

  • Puoi raccontare la tua storia. Attraverso un video puoi spiegare al pubblico quali sono le caratteristiche del prodotto/servizio che stai proponendo, e i relativi benefici. Ti permette di essere personale e diretto con il tuo pubblico, mostrando il motivo per il quale dovrebbe scegliere proprio il tuo brand.
  • Raggiungi il pubblico giusto. Ogni mese milioni di persone visitano YouTube, guardando ore ed ore di video sulla piattaforma. Con le campagne video AdWords puoi raggiungere i tuoi clienti, attraverso un targeting per argomento, per parole chiave o per dati demografici. Puoi avere il controllo completo sulla campagna: dove pubblicare gli annunci, quando pubblicarli e a chi mostrarli. Puoi decidere di creare annunci da mostrare prima dell’inizio dei video o accanto ai video nella pagina di visualizzazione su YouTube.
  • Velocità. Fare una campagna video con AdWords è facile e bastano solo pochi minuti. Una volta che hai creato il tuo account e caricato l’annuncio video, potrai raccontare la tua storia al pubblico di riferimento che hai scelto come destinatario.
  • Misurazione dei risultati. Consultando la scheda “Analytics” nel tuo account YouTube o l’analisi dei dati relativi ai video in AdWords, puoi ottenere informazioni approfondite sugli utenti che hanno interagito con i tuoi video. Puoi scoprire, ad esempio, quali video sono i più visti e per quanto tempo sono stati visualizzati. Puoi capire se stai intercettando il pubblico giusto, monitorando dal tuo account AdWords le visualizzazioni, la percentuale di visualizzazione, i costi e i dettagli sul budget.

ADPLIFY campagna video AdWords

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Amplifica la Performance,
Semplifica la Gestione

Scopri i prossimi rilasci della piattaforma che renderanno ancora più semplice la gestione di campagne AdWords ad alto rendimento. Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato.